Mostra a Roma: “L’icona russa: preghiera e misericordia”

L’icona russa: preghiera e misericordia.

Ingresso Palazzo Braschi

Per ricordare i 25 anni di avvio delle relazioni ufficiali tra la Federazione Russa e il Sovrano Militare Ordine di Malta, il Museo Andrej Rublev e il Museo dell’Icona Russa con la collaborazione di Zetema è stata allestita al Museo di Roma Palazzo Braschi dal 10 ottobre al 3 dicembre 2017 una interessante mostra di 36 icone del XVII-XVIII secolo.
La mostra vuole contribuire a far conoscere la virtù religiosa che il popolo russo sente nelle Icone, ma vuole essere anche un’opportunità di far comprendere al visitatore il comune senso di appartenenza alla Cristianità.
Le rappresentazioni dei volti di Cristo, la venerazione per la Madonna, la rappresentazione della vita di Gesù sono gli stessi tra oriente e occidente, la venerazione dei Santi e la rappresentazione dei fondatori dei monasteri sono analoghe alle storie dei nostri Santi e dei fondatori di ordini monastici.

 

Madre di Dio Odigitria Fine XVII Sec

I curatori hanno scelto un periodo circoscritto che va dalla metà del ‘700 e arriva alla fine dell’800 dove si può scoprire l’influenza che ha avuto il barocco nella società russa di quel periodo che si riflette sulle icone, che rispecchiano la ricchezza della società russa.
Questo periodo è anche quello che ha visto i primi contatti tra il Sovrano Militare Ordine di Malta e la Corte dello Zar che aprono successivi accordi, di tipo militare necessari a contenere le mire espansionistiche dell’Impero Ottomano.

 

 

 

 

Miracolo di S Giorgio fine XVII Sec.

Le Icone provengono dalle collezioni di due importanti musei russi: il Museo Andrej Rublev che si trova nel Monastero Andronikov e dove si può ammirare la Cattedrale del Salvatore, decorata dal celebre pittore di icone Andrej Rublev , nel museo si trova la più ricca collezione di icone dove sono esposti alcuni dei più preziosi capolavori di arte ortodossa provenienti da Mosca e dalle scuole del nord e coprono un periodo che va dal 14° al 19° secolo; il Museo dell’Icona Russa il più grande museo privato di icone e artefatti religiosi, nel museo sono visibili capolavori che vanno dal XII al XIX secolo ed è una visita che consigliamo di non perdere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *