Turisti a Mosca? Ecco i musei da non perdere

Se andate a Mosca sia con un viaggio organizzato o con un viaggio da voi organizzato, Mosca ha bisogno che gli dedichiate del tempo, perchè è una città che nasconde le sue bellezze. Tutti conoscono la Piazza Rossa, ma pochi visitano le chiese li presenti, molti vanno ai Magazzini GUM e si perdono i capolavori dei musei all’interno del Cremlino.

Se siete appassionati d’arte e cultura, se siete curiosi di storia e di conquiste dello Spazio, leggete questa nostra Guida, vi può aiutare.

 

 1. Il Kremlino 

Il Cremlino di Mosca, il più famoso dei cremlini in russo: кремль (kremlì), corrispondente all’italiano fortezza, cittadella o castello  e indica il complesso di edifici presente all’interno di queste fortezze russe che risalgono all’epoca medioevale. Di solito è una struttura fortificata posta nel centro geografico e storico della città. Quello di Mosca è il “Cremlino” per antonomasia essendo il più grande e importante di tutta la Russia, è situato sulla riva sinistra del fiume Moscawa sulla collina Borovickij.

Oltre ad essere la parte più antica della città è sede delle istituzioni governative nazionali,nonché uno dei più importanti complessi artistici e storici della nazione.

La sua superficie occupa circa 28 ettari di terreno di fronte alla Piazza Rossa. Al suo interno ci sono ampie e belle piazze, magnifici palazzi e numerose chiese, una città all’interno della città, cresciuta nel corso di molti secoli e oggi sito di monumenti dell’architettura russa dei secoli XIV-XX. La piazza della Cattedrale, Ivanovskaya, Senatskaya e Troitskaya, così come le vie Spasskaya, Borovitskaya e Palace, tutte aree antiche e nuove del Cremlino che costituiscono una singola unità di sviluppo urbano, ma ognuna con una sua storia specifica e un aspetto architettonico unico.

Ogni edificio all’interno è simbolo di qualcosa:

  • la Cattedrale dell’Assunzione epicentro della vita spirituale, la Chiesa dell’Arcangelo Michele dove sono sepolti degli Zar;
  • il Gran Palazzo del Cremlino un tempo residenza della famiglia reale, oggi residenza del Presidente della Federazione Russa (non visitabile);
  • la Sala dell’Armeria dove si può ammirare il tesoro degli Zar (armi, carrozze, le famose uova di Fabergé e altre meraviglie, infatti è il museo più amato dai turisti.

La parte occidentale del Cremlino è circondata dai Giardini di Alessandro (Александровский сад), uno dei primi parchi urbani moscoviti.

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • Martedí, alla domenica 9:30 — 18:00 (Biglietteria apre alle ore 9-17)

Chiuso giovedì

COSTO BIGLIETTO (Sala Armeria)

  • Intero  1.000 ₽   €. 15,00
  • Ridotto 500 ₽    €. 6,00

Suggeriamo di acquistare il biglietto on-line: tikets.kreml.ru.

 

—————————————————————————————————————

 

2. Galleria Tret’jakov

 

La Galleria Tret’jakov è una dei più famosi musei di Mosca a livello mondiale, dispone di decine di migliaia opere d’arte, dalle icone dell’antica Russia alla pittura moderna ed ha una storia veramente affascinante ed antica.

Fu fondata dal mecenate moscovita Pavel Tretyakov (1832-1898) che iniziò a raccogliere le migliori opere dei pittori russi dal 1856 e proseguì questa ricerca per 40 anni e prima della sua morte lascio la sua collezione allo Stato con obbligo di farne un Museo aperto al pubblico per permettere a tutti, soprattutto agli appassionati di pittura di avere la possibilità di vedere e conoscere le opere di importanti artisti.

Così il museo raccoglie le bellezze dell’arte russa di vari periodi. Si parte dalle opere della Russia antica per poi passare ai quadri dei pittori del settecento e dell’ottocento, fino ai pittori contemporanei.

La Galleria di Tretyakov si trova nel Palazzo di quella famiglia,e come la collezione cresceva era necessario allargare le sale di esposizione e il palazzo costruito nei primissimi anni del 1900 ancora oggi rappresenta un fascino architettonico con il bellissimo ingresso disegnato dall’Arch. di V.Vasnezov.

La collezione oggi comprende dipinti, disegni, sculture, opere d’arti del XI° Sec. Sino all’inizio del XXI° secolo,  custodisce ben 100 mila opere.

La Galleria  dispone di una ricca collezione di pittura antica russa dei XI°-XVII° secoli, tra cui “La TrinitàAndrea Rublov e le opere di Dionigi, Simon Ushakov .

Informazioni PRATICHE museo

Orari d’apertura

  • Martedí, mercoledí, domenica 10:00 — 18:00
  • Giovedí, venerdí, sabato 10:00 – 21:00

Chiuso lunedì

COSTO BIGLIETTO

  • Intero 500 ₽   €. 6,00
  • Ridotto 250 ₽ €.3,00
  • Entro i 18 anni gratuito

 

—————————————————————————————————————

 

3. Nuova Galleria Tret’jakov 

 

Nel 1985 la Fondazione Associazione museale “Galleria di Stato Tret’jakov ” deliberò di aggiungere alla già prestigiosa Galleria Tret’jakov fondata dal mecenate russo Pavel Michajlovič Tret’jakov (1832-1898) una sezione di arte contemporanea, ricavata in un grande edificio di stile razionalista a sud del Ponte Crimeo (Крымский мост).

Il Museo raccoglie la più grande e importante mostra permanente di arte russa del XX° secolo su 60 sale e 12 mila metri quadrati. Ospita le opere di artisti espressione di tutti i generi, tendenze stilistiche dell’arte nazionale di questo periodo.

Si potrà incontrare le opere di maestri di fama mondiale come l’avanguardia russa dal  1900-1920: KS Malevich, V. Kandinsky, M.Chagall, P. Filonov, L. Popova, le opere del realismo socialista 1930 -1950; i capolavori  di artisti creativi “stile severo” del 1960 insieme ai rappresentanti dell’arte “sotterranea“, che ha inaugurato la “seconda onda” di avanguardia russa.

La parte finale della mostra, presenta le opere degli anni 1980 agli anni 1990, opere di grafica, scultura, oggetti di arte applicata..

All’esterno di questo edificio sono ospitate una collezione di sculture del “Realismo Socialista“, inclusa la celebre statua di Evgenij Vučetič raffigurante Feliks Dzeržinskij (che fu rimossa dalla piazza della Lubjanka nel 1991 a seguito della caduta del comunismo).

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • Martedí, mercoledí, domenica 10:00 — 18:00
  • Giovedí, venerdí, sabato 10:00 – 21:00

Chiuso lunedì

COSTO BIGLIETTO

  • Intero 500 ₽   €. 6,00
  • Ridotto 250 ₽ €.3,00
  • Entro i 18 anni gratuito

 

—————————————————————————————————————

4. Museo Arti Figurative A.S. Puskin 

 

Il Museo delle arti figurative A.S.Pushkin si trova nell’edificio del Museo delle Belle Arti costruito nel 1898-1912 su progetto dell’architetto R.Klein.

Il museo venne inaugurato nel 1912 presso l’Università di Mosca perché concepito come museo di istruzione ed educazione artistica aperto al pubblico in modo che tutti gli amanti dell’arte potessero prendere conoscenza delle più famose opere dell’arte del Mondo antico, del Medio Evo e del Rinascimento.

La sua collezione è di circa 700 mila opere di diverse epoche, dalle antiche civiltà: opere d’arte bizantina, mosaici e icone, arrivando all’inizio del XXI° Sec.

Nel 2006 è stata inaugurata una nuova area con opere di pittori europei e americani del XIX-XX secolo, dove si può ammirare una importante collezione di pitture francesi con opere di Poussin, Lorrain, Gericault, Delacroix, Cezanne, Manet, Matisse, ma anche altri nomi importanti della storia dell’arte come Van Gogh e Picasso e molti altri.

In una sala appositamente designato esposto la scuola tedesca di pittura del primo secolo XIX.

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

Martedì –  Domenica / 11-20.

Chiuso lunedì.

COSTO BIGLIETTO

  • €. 6,00
  • 3^ domenica di ogni mese ingresso gratuito

 

 

—————————————————————————————————————

5. Museo Storico di Stato  

 

Il Museo storico di Stato si trova a Mosca in un lato della Piazza Rossa.

Venne fondato nel 1883, la collezione del museo raccoglie la storia e la cultura della Russia dai tempi antichi ai giorni nostri, è unico per numero e per gli straordinari reperti e reliquie delle origini della civiltà russa più di 5 000 000 di pezzi.

Museo fu voluto dallo Zar Alessandro II nel febbraio del 1872, ma i primi visitatori poterono visitare il museo solo nel 1883.

L’edificio  sulla piazza Rossa fu progettato da illustri architetti: B. Sherwood e A. Semenov con un  nuovo stile  con elementi di architettura dei Terem russi , le decorazione d’interni furono eseguiti da artisti famosi Aivazovsky, Repin, Vasnetsov, Korovin e altri minori.

Nel 1990 il Museo Storico di Stato con una parte del complesso della piazza Rossa è stato inserito nella lista dell’ UNESCO.

L’esposizione permanente ospitata su due piani e con un ordine cronologico, che corrisponde a una determinata epoca storica.

Possiamo trovare moltissimi manufatti di arnesi ed utensili della vita quotidiana delle tribù preistoriche che abitarono la zona, per arrivare ad altre opere straordinarie, più recenti, appartenute ai membri della dinastia dei Romanov.

Nel museo ci sono sale con esposizioni monotematiche.

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

1 Giugno – 31 Agosto: 10– 21

  • Chiuso: 11 Giugno, 2 Luglio, 6 Agosto

1 Settembre – 31 Maggio:

  • Lunedì-Domenica: 10. – 18.
  • Venerdì, Sabato: 10 – 21
  • Chiuso: Martedì

 

COSTO BIGLIETTO

  • €. 15,00 (Con autoguida: inglese,francese,spagnolo)

 

 

—————————————————————————————————————

  6. Museo dell’Icona Russa

 

Il Museo dell’Icona Russa è l’unica collezione privata russa di pittura di icone antiche dotato di un titolo di un vero museo, confermato dall’ ICOM (Concilio Internazionale dei Musei).
Fu creato grazie all’amore verso questa pittura del fondatore e ispiratore principale Michail Abramov, che  dopo aver messo insieme una raccolta di altissimo livello volle presentarla al grande pubblico.
Il museo, ufficialmente inaugurato nel maggio 2006,  ha pochi riscontri al mondo nel suo ambito culturale, esso ha sede in un magnifico edificio  appositamente restaurato e allestito, munito di tutto ciò che si considera indispensabile per la corretta conservazione  e esposizione di opere d’arte in un museo. Il palazzo del museo si trova nel centro storico di Mosca, accanto a un spettacolare complesso architettonico della rappresentanza del  monastero athonita di San Panteleimon.

Attualmente la collezione del museo conta ben più di 4500 oggetti, il nucleo del museo è formato dalla grande rassegna di icone russe che abbraccia un vasto arco temporale, dalla seconda metà del XIV all’inizio del XX secoli.

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Sale interne

Orari d’apertura

  • Lunedì – Domenica / 11-19.
  • Chiuso: Mercoledì

 

COSTO BIGLIETTO

  • Gratis

 

 —————————————————————————————————————

 

  7. Museo di Cultura ed Arte antica russa Andrej Rubliov

  

Il Museo di Cultura e Arte antica Andrej Rubliov  fu  aperto nel 1947 e dal 1960 si trova all’interno del monastero Spaso-Andronikov , fondato nel 1356 che per lungo tempo fu considerato uno dei centri religiosi più importanti della Russia.

Museo centrale della cultura antica è l’unico museo russo che è stato dedicato all’arte presente nelle chiese, dal Medioevo e porta il nome del monaco pittore russo più celebrato di tutti i tempi Andrej Rubliov (1360-1430), perché il pittore visse e  lavorò in questo monastero  e dove è sepolto.

L’area di esposizione prende tutto lo spazio disponibile creato dopo i restauri dei locali del refettorio e della chiesa di San Michele  Arcangelo.

Il museo conserva le opere d’arte religiosa russa e ha una ricca collezione dei più preziosi capolavori di arte ortodossa di periodo dal XII Sec. All’ inizio del XX secolo.

I capolavori sono esposti in più di dieci sale e permette ai visitatori di incontrare gli esempi eccellenti della creatività artistica dall’XI° al XVII° secolo.

Gode di una fama internazionale per la collezione di icone , la  più grande raccolta di tutto il centro e nord della Russia.

Il museo purtroppo non espone alcuna opera del maestro Rubliov che possono essere viste presso il museo , ma sono presenti opere di numerosi suoi allievi. Esso comprende capolavori di artisti del cerchio reverendo Andrej Rublev e di Dionisio, dalla bottega dei pittori del metropolita Macario, Ivan il Terribile e maestri di icone di Armeria. Il più antico suggestiva della mostra del museo è la icona pressa dalla chiesa di Salvatore (1773) dalla regione di Yaroslavl «Salvato da Gavschinki» XI—XII secolo.

Sono presenti anche frammenti dai affreschi, l’arte sacra monumentale e antiche sculture lignee.

All’interno delle mura del monastero si trova la Cattedrale del Salvatore, costruita all’inizio del XV secolo quella che era decorata da Andrej Rublev è più antica chiesa di Mosca.

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

Lunedì,martedì,giovedì 14-21Venerdì, sabato, domenica 11-18.

Chiuso mercoledì. e ultimo venerdì del mese

COSTO BIGLIETTO

  • €. 6,00

 

 —————————————————————————————————————

 

8. Museo nazionale di Storia moderna della Russia 

 

È creato nel 1917  e fino al settembre 1998 si chiamava il Museo della rivoluzione  è  uno dei più grandi musei di storia contemporanea in tutto il mondo.

Fino alla Rivoluzione di Ottobre in questo edificio neo-classico di XVIII secolo si incontravano i membri dеl Club inglese (1831 – 1917) gli stranieri е gli aristocratici di Mosca.

I fondi del museo di oggi attualmente contano 1 milione e 300 mila di esponenti.Esso comprende gli archivi nazionali rivoluzionari, da populisti e anarchici a dei bolscevichi, tra cui depositi di interesse generale quali il tipo di arma di terrore e di lotta rivoluzionaria,in piedi su un carro armato.

Il museo possiede la collezione più completa del manifesto politico sovietico e documenti di storia militare: le bandiere tempi Civile e della Grande guerra Patriottica, gli ordini e le medaglie di diverse figure di spicco.

Il museo nazionale di Storia moderna della Russia espone tantissimi oggetti della Russia del periodo di CCCP e di Perestroyka, di Elzin.  Dietro queste migliaia di oggetti sorprendenti, di foto e di articoli di giornale si profila tutta la storia della nazione dal 1905 fino ai nostri giorni .

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • Martedì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica: 11.00 – 19.00,
  • Mercoledì: 12.00 – 21,00
  • Cassa aperta sino alle 18.30

Chiuso lunedì.

COSTO BIGLIETTO

  • €. 4,00

 

—————————————————————————————————————

 

9. Museo della Cosmonautica

 

L’esposizione del Museo dello spazio è stata aperta al pubblico il 10 aprile 1981 nel 20° anniversario del primo volo al mondo dell’uomo nello spazio.

Alla base del concetto scientifico di esposizione è stata la cronologia di eventi storici nella storia dello spazio, il suo punto di riferimento i successi: il lancio del primo satellite artificiale della Terra, il volo del primo uomo nello spazio, la prima uscita dell’uomo nello spazio,  il programma di esplorazione Lunare, la ricerca dei pianeti del sistema Solare e gli studi internazionali nello spazio.

La collezione ospitata nelle otto sale circa 85/90mila oggetti, tra cui le riproduzioni delle principali navicelle spaziali prodotte e lanciate in orbita dall’industria aerospaziale sovietica e russa, basti ricordare le più famose: la Sojuz, lo Sputnik (che portò in orbita Yuri Gagarin), fino al più recente Buran (gemello russo dello Space Shuttle, però un pò più grande) con il razzo booster lanciatore pesante Energija (leggi “energhia”) che nella configurazione più potente superava persino lo statunitense Saturn-V.

Il Museo della cosmonautica si trova prima d’entrare nel famoso spazio espositiva del Parco del Centro Espositivo di tutte le Russie (VDNKh) ed è facilmente individuabile per l’enorme obelisco dedicato ai voli spaziali e al suo interno si ripercorre la storia dell’uomo nello spazio.

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • martedì – mercoledì – venerdì – domenica 10:00 – 19:00
  • giovedì – sabato 10:00 – 21:00

Chiuso lunedì.

COSTO BIGLIETTO

  • €. 3,50

 

—————————————————————————————————————

 

10. Museo di Arte  Contemporanea “Garage”  

 

Il  Museo of Contemporary Garage Art è  stato creato nel 2008 per volontà da Dasha  Zhukova (la seconda moglie  del magnate Roman Abramovich).

Aperto nel giugno 2015, è stato realizzato da Rem Koolhaas ( famoso architetto olandese) con collaborazione gli architetti russi, partendo da  un ex deposito di autobus progettato negli anni venti da Konstantin Melnikov.

Garage Art è riuscito in pochi anni ad imporsi come un riferimento per la vita culturale moscovita e più in generale per l’arte contemporanea in Russia, attraverso la promozione di artisti e tendenze.

L’obiettivo del museo, oltre alla volontà di attirare artisti internazionali è quella di promuovere le opere di artisti russi e stranieri di forte personalità  come quelle di Mark Rothko, Marina Abramovič , John Baldessari, LeonidTalochkin, Igor Makarevich, Alexander Brener, Kirill Preobrazhenskiy, Gia Rigvava, Sekta Absolyutnoi, Lyubvi Group, Nikita Alexeev, AlexeyBelyaev-Gintovt, Lyudmila Gorlova e il numero di esponenti collezionati del Museo in questo momento sono più di 400.000.

Il clou di questa attività è la collezione del Museo che rappresenta un primo  archivio della Russia  dedicato alla storia dell’arte moderna russa dal 1950 ad oggi.

Il museo si estende su 5,400 metri quadri, composta da cinque gallerie espositive, ospita  maxi installazioni, eventi con un fitto programma di mostre  di rilevanza internazionale a Mosca.

La collezione permanente del museo è principalmente dedicata all’arte russa dagli anni 50 e comprende, oltre alle opere dei principali artisti russi contemporanei, anche  video, fotografie e documenti storici.

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • Lunedì – domenica 11:00 – 22:00
  • La cassa chiude alle ore 21,30

COSTO BIGLIETTO

  • €. 6,50
  • €. 3,30 (Studenti 18/25)
  • €. 2,00 (11/17)

—————————————————————————————————————

11. Museo Arte Multimediale 

Il Museo di Arte Multimediale di Mosca (MAMM) è dedicato alla storia e allo sviluppo dell’arte fotografica e dell’arte contemporanea legata alle nuove tecnologie multimediali.

Il complesso museale è il primo museo russo, specializzato nel campo della fotografia.

Fondata come «Casa della fotografia di Mosca» nel 1996 nel 2003 è stato trasformato in uno spazio Multimediale dell’arte di attualità chiamato «Museo di Arte Multimedia” (МАММ).

Lo spazio espositivo prende sette piani, con una illuminazione d’avanguardia e con un’ architettura minimalista.

Organizza progetti  e mostre di maestri russi e stranieri della fotografia, il museo ha una fama internazionale grazie alle oltre 40 esposizioni all’anno che ospita.

E’ stato il primo Museo russo a ospitare i lavori di Helmut Newton, Peter Lindbergh e David Lynch.

Una volta ogni due anni (anni pari) MAMM organizza la  «Biennale di fotografia”,

 

Informazioni PRATICHE MUSEO

Orari d’apertura

  • Martedì – domenica 12:00 – 21:00
  • Lunedì chiuso

Chiuso Mercoledì.

COSTO BIGLIETTO

  • Intero 500 ₽   €. 6,00
  • Ridotto 250 ₽ €.3,00
  • Senior (CI) e Studenti €. 1
  • Disabili e bambini gratuito

Ingresso libero ogni martedì terza settimana del mese

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *