Yaroslavl – La chiesa dell’Epifania

La chiesa dell’Epifania fu costruita negli anni 1684-1693 grazie al contributo  di un ricco mercante di Yaroslavl: Alexei Zubchaninov è tra lei più famose dell’architettura religiosa russa con pitture del XVII secolo, dedicata a due feste religiose  l’Epifania e il Battesimo di nostro Signore.

La chiesa con cinque cupole a cipolla di colore verde, grazie ad una nuova e avanguardista progettazione architettonica ha  al suo interno molto spazio, poiché il soffitto a volta non poggia sulle colonne, grazie alle nove finestre grandi risulta una buona illuminazione naturale. Il nuovo modello di architettura della Chiesa ha fatto ricavare una grande volta che ha dato agli artisti la possibilità di dipingere uno spazio enorme con lavori iniziati intorno al 1690.

affreschi

Affreschi

I dipinti della chiesa dell’Epifania rappresentano un’unicità nel suo genere poichè esprimono una celebrazione Evangelica della Chiesa, infatti non c’è né un affresco relativo all’antico testamento  e questo è un caso unico. Le storie raccontate dagli affreschi iniziano con la scena  dell’Epifania di Gesù e dominano altre scene di guarigioni miracolose e della resurrezione. Molto armonico con affreschi, l’iconostasi su sei livelli,  intagliato in legno e dorato , realizzato in stile barocco alla fine del XVII secolo.

iconastasi

Iconostasi

La Chiesa è arrivata ai giorni nostri esattamente così come era stata ordinata dal mecenate Zubchaninov  e vista alla sua prima apertura. Una volta all’anno il tempio dell’Epifania diventa il principale luogo di culto della città di Yaroslavl, perché  sul fiume Kotorosl, che le rimane a fianco, viene fatto sul ghiaccio, un buco speciale di 50 cm. a forma di croce, dove alcuni coraggiosi fedeli si immergono per la benedizione e per purificarsi.

veduta

Veduta della chiesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *