Yaroslavl – Chiesa della Natività del Cristo

Vista

Vista

Il Complesso della Chiesa della Natività del Cristo  originariamente costruita in legno sulle rive del fiume Volga agli inizi del 1400 e persa nel 1609, per un fu ricostituito più grande e alla Chiesa della Natività del Cristo si aggiunse il  campanile (alto più di 38 metri di altezza) che non aveva analoghi  nell’ architettura religiosa russa. All’edificio principale sono collegati la chiesa, la Santa porta eil suo campanile! Per la costruzione di questo Complesso ci sono voluti più di dieci anni (1635-1644 ) con fondi raccolti tra i ricchi mercanti della Regione di Yaroslavl, e oggi possiamo vedere i loro nomi  affianco ai nomi dei Santi!

Iconastasi

Iconastasi

La chiesa è stata dipinta nel 1683-1684 secondo il modo tradizionale:

  • L’altare vede presenti i temi liturgici della tradizione ortodossa,
  • La cupola vede le storie del vangelo,
  • I pilastri vedono raffigurate le figure di santi,
  • Le mura a  nord e sud  della Chiesa la pittura si  presenta su  i sei livelli con racconti della Bibbia,
  • L’iconostasi è strutturata su cinque piani – una delle poche che ha conservato le pitture che si riferiscono alla prima metà del XVIII secolo,
  • Sui muri esterni, per la prima volta vengono fatte delle decorazioni usando delle piastrelle colorate.

Nel periodo sovietico la Chiesa fu chiusa e oggi si trova sotto la tutela del Dipartimento Museale di Yaroslavl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *